Xitalk 03 – URBANO, il magazine di Borio Mangiarotti.

LUCA MOLINARI


Un periodico del quotidiano. La rivista contro la cartografia concettuale. Una proposta: rifrangere la visione dell'urbanistica nello spettro delle vite di tutti. Queste come indici, scale e isoipse; i dettagli per una lettura veloce, puntuale, dettagliata delle possibili mappature di un presente non più ad appannaggio del planimetrico. Le dimensioni e velocità dettati dalla virtualizzazione che decretano decaduta una volta per tutte la mozione di intangibilità. Sono questi i perni attorno cui giocano i bracci che inscrivono-descrivono i limiti rarefatti di queste rinnovate e necessarie mappature. Tutto e molto di più fra le righe di URBANO: la contro-rivista-culturale del nuovo urbanesimo.


Marta Stella, responsabile alla comunicazione di Borio Mangiarotti s.p.a e l'architetto-curatore Luca Molinari hanno duettato a questa seconda giornata di XitZero dedicata e concentrata nella ricerca dell'editoria culturale e di una cultura editoriale negli scenari che più ci riguardano dell'Italia civica ripensata. Il punto di partenza è negli interstizi delle rilegature di riviste, produzioni e contributi resi (si vorrebbe) eterni dalla cellulosa stampata. La direzione non ammette fissità, o promesse prescritte. Chi si ferma è forse perduto ma se non ti fermi come capisci che stai continuando a muoverti o che tutto attorno a te si muove?